spacer

spacer


spacer












spacer

 

spacer

spacer

Solar Project - Force Majeure (Musea-2004)

Giunti al sesto disco in oltre dieci anni di attività, i tedeschi Solar Project hanno avuto la buona/pessima idea (a seconda dei gusti...) di solleticare i nostri sentimenti apocalittici e le nostre paure più recondite, attraverso la realizzazione di un disco kolossal strutturato in quattro brani per la durata complessiva di un'ora abbondante, dalle tematiche alquanto impegnate ed urgenti, sicuramente suggerite dagli ultimi tristi e preoccupanti eventi accaduti in questi ultimi anni. A dispetto del titolo, in questo caso i Tangerine Dream c'entrano poco o niente... i Solar Project non hanno mai celato in passato la loro ammirazione verso gruppi come Pink Floyd, Eloy, Vangelis e King Crimson, ed anche in quest'occasione non hanno mancato di mantenere vive certe atmosfere e sonorità tipicamente anni '70, con lunghi passaggi strumentali di buon effetto ed alcuni momenti di inevitabile deja-vu (i primi minuti di Thunderstorm così vicini a Epitaph dei King Crimson...). A parte una certa esagerazione nel voler creare a tutti la "suite" per eccellenza, come, ad esempio, nei trenta minuti di Thunderstorm, Force Majeure è un disco piuttosto godibile e coinvolgente, ricco di momenti di grande presa emotiva e drammatico pàthos, come nell'omonima suite di venti minuti, probabilmente il momento più alto dell'intera opera. Dispiace che lo sforzo complessivo del duo Rob Valet e Peter Terhoeven, il nucleo attivo dei Solar Project, rispettivamente il chitarrista e il tastierista del gruppo, è stato leggermente compromesso dalla non eccelsa prova vocale della cantante Bettina Wirtz...
Per contatti: www.solarproject.de

© 2004 Giovanni Carta - per gentile concessione dell'autore


sezione musica | archivio recensioni | drive index
Drive magazine ©1999-2004. Contatta la redazione di drive magazine.