spacer

spacer


spacer

telepathe


spacer

 

spacer

spacer

Telepathe - "Farewell Forest" (The Social Registry - 2005)

La sensazione è quella di trovarsi nel bel mezzo di qualche strano e tenebroso rito pagano, la musica insidiosa e raffinata di Farewell Forest penetra nel profondo dell'animo, sino a toccare le corde più nascoste e profonde ... Il quarto d'ora scarso di questo ep di debutto risulta decisamente coinvolgente ed appagante, i Telepathe, guidati da un duo statunitense tutto al femminile composto dalla percussionista, compositrice e danzatrice Busy Gangnes e dalla chitarrista-percussionista Melissa Livaudais, lasciano dunque in prospettiva interessanti aspettative per il futuro. I quattro brani di Farewell Forest si dividono idealmente in due momenti definiti: i primi due pezzi, Pet Communicator e Blinded Mouths, sostenuti su una fitta rete percussiva tribale e selvaggia, dipanano atmosfere plumbee e oniriche, attimi di tensione psicotica che suggeriscono più di un legame con le sperimentazioni astratte e free rock dei Rollerball, frammenti di psichedelia oscura ed indemoniata che sembrano volgersi, con le dovute proporzioni, verso le bolgie cosmico-gotiche tedesche dei primissimi anni settanta, sonorità ambientali vicine al Brian Eno più introverso e notturno. Gli ultimi due pezzi, Envoy e The March, assumono dei lineamenti che si accostano più alla canzone, si denotano alcune similitudini vocali con Bjork e una spazialità comunicativa che si dilata progressivamente su uno sfondo di improvvisazione musicale acida e distante... le note di Farewell Forest scorrono via attraverso un lungo trip sonoro inesorabilmente senza ritorno...

www.thesocialregistry.com

© 2006 Giovanni Carta - per gentile concessione dell'autore


sezione musica | archivio recensioni | drive index
Drive magazine ©1999-2006. Contatta la
redazione di drive magazine