il sito ufficiale di Jill Thompson

voi siete qui: drive index | fumetti | archivio recensioni | recensioni: settembre 2003

JILL THOMPSON: UN MONDO COLORATO AL DI LA' DI HALLOWEEN di Paolo Ferrara

Il folklore della festa di Halloween, un coacervo tra miti fedeli a questo nome in una linea più “classica” e i moderni miti letterario-cinematografici, ha sempre proiettato luci distorte dal bizzarro brivido fascinoso, con grandi effetti sul pubblico più piccolo. Lo sanno bene autori che ne hanno fatto un businnes come R.L.Stine con i suoi piccoli brividi e artisti che ne sono completamente travolti, come il regista Tim Burton o lo scrittore Neil Gaiman. O come la nostra autrice di fumetti Jill Thompson. Quest’ultima, diplomata all’American Accademy of Art di Chicago ha cominciato la sua carriera professionale nel mondo del fumetto all’età di quindici anni. È passata attraverso varie serie, anche di grosso calibro come Wonder Woman, fino ad approdare alla Vertigo, dove si è trovata subito come spirito affine. Non per niente la linea Vertigo, soprattutto nei suoi primi passi era proprio dedicata ad elementi orrorifici. È così ci fu Swamp Thing e poi Sandman. Con Sandman comincia il lancio alla ribalta: realizza alcuni episodi, l’intero story-arc Brevi Vite (trovate il volume con lo stesso titolo, sia in versione brossurata che cartonata per l’editrice Magic Press), dove si dileggia con il suo eterno preferito dopo sogno, la “ragazzina” Delirio (che le permette di sbizzarrirsi), e ha dato vita in un illustrazione promozionale a una versione caricaturale degli endless, i Little Endless (ma sarebbe più adeguato usare la definizione usata tipicamente nel mondo del fumetto e dell’animazione giapponese, superdeformed, che dà un’idea più concreta di quanto sia una rilettura umoristica, non obbligatoriamente dissacrante come una normale caricatura implicherebbe) che ha mandato i fan in visibilio. Le richieste di una storia completamente dedicata ai “Piccoli eterni” sono state tali che è stato realizzato un volume, appena tradotto anche qui da noi sempre per la Magic Press. Volume che risulta non esattamente un fumetto, ma un racconto illustrato. Oltre a questi lavori su personaggi altrui (tra cui una deliziosa storia breve per il Grendel creato da Matt Wagner, anche questa presto in un volume italiano Magic Press), Jill Thompson ha creato un suo personaggio, l’incantevole Scary Goodmother. E qui la sua versione poetica e divertente di un mondo nutrito al gusto di Halloween.
Mostri e creature dai colori vivaci e allegri, uno stile che si fa tondo e paffuto o sottile e arzigogolato. L’approccio incantato di Jill Thompson ai mondi e alle creature fantastiche, che siano le sue personali riletture di mostri classici come vampiri, licantropi e quant’altro nel suo mondo di Scary Goodmother (di cui in Italia è stato tradotto un unico episodio in bianco e nero, uno speciale di San Valentino, nell’antologia Jet Lag con il nome di Tata spauracchia) o i personaggi di Gaiman, ci proietta in un mondo zuccheroso che sa di pasticcini. Principalmente destinato ai bambini, di cui i protagonisti condividono l’età come in Scary Goodmother o ne abbiano l’aspetto come in Grendel o nei piccoli eterni, ma rimane piuttosto gustoso anche per gli adulti.
Un tocco di poesia e veniamo accompagnati in un mondo accanto al nostro che ci culla e ci sollazza come le buone fiabe sanno fare. Peccato che, almeno per ora, il materiale di Jill Thompson si conti sulle dita qui in Italia. Il volumetto dei piccoli eterni è appena uscito, e viene spazzolato dagli scaffali. Di Scary Goodmother, come dicevo, abbiamo visto solo un episodio in bianco e nero. Al momento non resta che sbirciare il sito o cercarvi qualche (splendida) edizione originale, in attesa che qualcuno si svegli e le offra lo spazio che merita.
È buffo che il suo successo iniziale sia legato alla serie del signore dei sogni, perché Jill Thompson di sicuro sa come si sogna e sa come accompagnarci in posti che tanto ai sogni, quelli piacevoli, assomigliano.


© 2003 Paolo Ferrara - per gentile concessione dell'autore

  drive index | fumetti | archivio recensioni
Copyright 1999-2004 Stefano Marzorati | a True Romance Production
scrivete a drive